GIORGIO TOSO: il maestro dell'alambicco più famoso d'Italia
Cascina dove  nato Romano e sede della distilleria

Durante una ristrutturazione Toso ha scoperto una cavità naturale in profondità, cella ideale per la conservazione dei suoi preziosi pezzi da collezione.
Per visitare questa Cella bisogna essere amici speciali... non può entrare chiunque, però chiunque può sbirciare da un'apertura ricavata ad arte nel soffitto che rischiara con una suggestiva luce dall'alto questo rifugio degli spiriti.

Da una grande terrazza infatti, se chiedete a Giorgio, potete essere accompagnati per vedere queste rarissime bottiglie, uno spesso vetro di cristallo vi separa da questo scrigno prezioso.

Giù in basso, una accanto all'altra, le bottiglie dalle etichette dipinte, si affacciano con cautela sulla bocca di una profondissima gola da dove un tempo si tirava su una fresca e limpidissima acqua, questo è il pozzo della felicità, ma questa è un'altra storia...

etichetta della distilleria Serafino Levi
ragazzo che controlla la distillazione
Si sa che gli "spiriti" non sono solo quelli che svolazzano quì e la a spaventare le persone più facilmente suggestionabili, altri "spiriti" svolazzano con il loro aroma portando con se storie antiche di aromi perduti, di questi certo sono grandi interpreti le grappe. Lasciate quindi andare il vostro spirito a scoprire la Cella degli spiriti...
Romano Levi con bottiglia di grappa in mano
realizzazione siti internet Zoidesign